La Certosa di Padula

    Riconosciuta nel 1998 patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO la Certosa di San Lorenzo, anche conosciuta come Certosa di Padula è di certo uno dei posti più belli della provincia di Salerno.

    La stupenda Certosa di San Lorenzo, rende il Comune di Padula la principale meta del turismo religioso in Campania oltre ad essere tra i monumenti più suggestivi del patrimonio artistico italiano.

    Distanza 60 Km.

    Sito archeologico di Paestum

    Paestum è stata molto probabilmente una delle più grandi città greche sulla costa del Mar Tirreno in Magna Grecia. Dopo la sua fondazione da coloni greci con il nome di Poseidonia (greco antico: Ποσειδωνία) fu conquistata dai Lucani e più tardi dai Romani. I Lucani la ribattezzarono Paistos, mentre i Romani diedero alla città il suo nome attuale. Gli scavi di Paestum sono noti per i loro tre antichi templi greci, che ancora oggi si presentano in un ottimo stato di conservazione. Al di fuori dei templi di Paestum, possiamo trovare i resti della città vecchia nella frazione moderna del comune di Capaccio, in provincia di Salerno.

    Sito archeologico di Paestum

    Paestum è stata molto probabilmente una delle più grandi città greche sulla costa del Mar Tirreno in Magna Grecia. Dopo la sua fondazione da coloni greci con il nome di Poseidonia (greco antico: Ποσειδωνία) fu conquistata dai Lucani e più tardi dai Romani. I Lucani la ribattezzarono Paistos, mentre i Romani diedero alla città il suo nome attuale. Gli scavi di Paestum sono noti per i loro tre antichi templi greci, che ancora oggi si presentano in un ottimo stato di conservazione. Al di fuori dei templi di Paestum, possiamo trovare i resti della città vecchia nella frazione moderna del comune di Capaccio, in provincia di Salerno.

    Borgo Medioevale di San Severino di Centola

    San Severino è una frazione del Comune di Centola- Palinuro.

    Il vecchio abitato di San Severino è un borgo medievale abbandonato sovrastante la valle del fiume Mingardo, che qui scava una stretta forra chiamata Gola del Diavolo.

    Risale al X-XI secolo e serba tracce delle varie epoche storiche fino al Novecento, conservando le rovine di un castello e di una chiesa.

    Distanza 7 Km.


    Hotel & Residence

    Cascata dei Capelli di Venere

    In prossimità del paese di Casaletto Spartano, il Rio Bussentino crea caratteristici giochi d'acqua, tra cui la splendida cascata chiamata "Capelli di Venere".

    Distanza 45 Km.

    Grotte di Pertosa Auletta

    Le Grotte di Pertosa-Auletta sono l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, addentrandosi verso il cuore della montagna. Il fiume Negro nasce in profondità e vi offre un affascinante ed inconsueto viaggio in barca, immersi in un silenzio magico, interrotto soltanto dal fragore degli scrosci della cascata sotterranea. Le Grotte si estendono per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni, in un percorso ricco di concrezioni, dove stalattiti e stalagmiti decorano ogni spazio con forme, colori e dimensioni diverse, suscitando stupore ed emozione.

    Distanza 90 Km.


    Check-In
    Check-Out
    adulti
    bambini
     

    Sito archeologico di Paestum

    Paestum è stata molto probabilmente una delle più grandi città greche sulla costa del Mar Tirreno in Magna Grecia. Dopo la sua fondazione da coloni greci con il nome di Poseidonia (greco antico: Ποσειδωνία) fu conquistata dai Lucani e più tardi dai Romani. I Lucani la ribattezzarono Paistos, mentre i Romani diedero alla città il suo nome attuale. Gli scavi di Paestum sono noti per i loro tre antichi templi greci, che ancora oggi si presentano in un ottimo stato di conservazione. Al di fuori dei templi di Paestum, possiamo trovare i resti della città vecchia nella frazione moderna del comune di Capaccio, in provincia di Salerno.

    Distanza 70 Km.

    Palinuro

     è tra le località balneari del Cilento più apprezzate dai turisti, tra gli ulivi delle verdi colline e il blu del mare cristallino Palinuro ha sempre affascinato i viaggiatori di ogni epoca come Virgilio che ne racconta di un promontorio impervio nei versi dell'Eneide.

    Il mare cristallino, le numerose spiagge ampie e sabbiose ed insignite della bandiera blu e la posizione centrale nel Parco Nazionale del Cilento fanno di Palinuro il luogo ideale per trascorrere le vacanze estive.
    Tra le più note ed apprezzate spiagge di Palinuro vi sono la spiaggia delle Saline, spiaggia le Dune e quella dell'Arco Naturale, oltre alla spiaggia del Buondormire, accessibile solo via mare.

    Distanza 2,5 Km.

    Palinuro & Il Cilento

     

    Le Grotte di Capo Palinuro

    Capo Palinuro, promontorio roccioso sulla Costa del Cilento, tra il golfo di Velia e quello di Policastro, è costituito da rocce calcaree che si precipitano nel mare blu, nelle cui acque hanno scavato suggestive grotte e cale le quali sono il paradiso dei subacquei e sono visitabili anche tramite comode gite in barca.
    La più nota è la Grotta Azzurra, il cui nome è legato alla caratteristica colorazione dell’acqua, altrettanto belle la Grotte dei Monaci, la Grotta del Sanfue, la Grotta Sulfurea.

    Distanza imbarco più vicino 800 mt.